VOGLIOUNFIGLIO.NET

 

 

         I CENTRI DI FECONDAZIONE PER LE DONNE SINGLE 

 


         Uno sguardo alle possibili destinazioni

 


In Spagna le donne single sono accettate da quasi tutte le cliniche, a cominciare dalle più importanti, che hanno parecchie clienti straniere.
 L' IVI (www.ivi.es) è l' istituto più grande, con centri in molte città, tra cui Valencia, Madrid e Barcellona.
Altre cliniche molto note a livello internazionale sono
l' Istituto Marques di Barcellona (www.institutomarques.com), che per le donne provenienti dall' estero offre soltanto la fecondazione in vitro e
la Clinica Eugin di Barcellona (www.eugin.net), ma tra i centri importanti che accettano le donne single ci sono anche
l' Istituto Cefer di Barcellona (www.institutocefer.com),  

il FIVMadrid (www.fivmadrid.es) e

la Clinica Tambre (www.clinicatambre.com), anch' essa di Madrid, e

il Dexeus di Barcellona (www.dexeus.com);

Da tenere presenti inoltre il CIRH di Barcellona (www.cirh.es), 

l' Imer (www.imer.es) e il Crea (www.crea.ws), entrambi di Valencia, il Bernabeu di Alicante (www.institutobernabeu.com), la Clinica Rincon di Malaga (www.clinicarincon.com), l' IBI di Palma de Majorca (www.ibi-es.com), e l' IMFER di Murcia (www.imfer.com).
  Con  l' IVI  di Valencia e Barcellona, il Cefer, il Marques, la Clinica Eugin, il FIVMadrid, il Bernabeu e la Clinica Rincon si può comunicare in italiano.
  Con le cliniche spagnole in genere si può ottenere quasi subito un primo appuntamento e le liste d' attesa per IUI e IVF sono molto brevi o inesistenti.
   Il prezzo di un ciclo di IUI con sperma di donatore va dai 600 € fin oltre i 1000; i prezzi dell' IVI non sono particolarmente alti; per la IUI con stimolazione ormonale occorre aggiungere il costo dei farmaci (in genere vengono usate dosi modeste e non si spendono molte centinaia di euro). Per la fecondazione in vitro i prezzi variano un pò tra le diverse cliniche (l' Istituto Marques é il più caro); in molti casi sono intorno ai 3500 €, esclusi i farmaci; in alcuni centri il costo scende per l' eventuale secondo tentativo.
  In caso di IVF occorre restare in Spagna circa una settimana.      
 
  Per i tassi di successo della IUI ci possono essere grosse differenze tra un centro e l' altro, anche a causa dei criteri per la selezione dei donatori (idealmente solo lo sperma di una piccola parte degli "aspiranti donatori" dovrebbe essere giudicato di qualità adeguata) e dei diversi metodi di preparazione dello sperma stesso; non ho dati sulle percentuali di successo per tutte le cliniche che ho elencato (che sono comunque tutte piuttosto serie)... l' IVI parla di un 25%, altre danno qualche dato sui siti. La IUI con farmaci dà le percentuali più alte, il "rischio", se così vogliamo chiamarlo, é quello della possibile conversione in IVF.
  Anche per l' IVF il fatto di usare sperma di donatore è un vantaggio: a parità di altri fattori, dà le migliori possibilità di successo (anche se verosimilmente la differenza non è grande), soprattutto perchè lo sperma che si rivela migliore come densità di spermatozoi, morfologia, ecc., ha, mediamente, anche una superiore qualità genetica (minore frammentazione del DNA, ecc.), che contribuisce ad embrioni robusti, che avranno maggiori possibità di impiantarsi, e soprattutto ci saranno minori rischi di aborto.

   In generale alle donne piuttosto giovani vengono consigliati quattro tentativi con la IUI prima di passare alla fecondazione in vitro, tranne ovviamente quando ci sono situazioni che indicano l' opportunità dell' IVF come prima opzione; per le donne un po' più mature il numero di cicli di IUI raccomandati scende, e oltre i 42-43 anni si consiglia l' ovodonazione.
­


In Grecia parecchie cliniche importanti accettano le donne single:
ad Atene l' IVF & Genetics  (www.ivf.gr),

il Serum (www.serumbiomed.com/IVF.html), che sembra però non avere molti donatori,

la clinica Embriiki Dimiourgia del dottor Paraschos (www.ivf-embryo.gr), e

la Lifeclinic (www.lifeclinic.gr).
Ci sono poi le due cliniche dell' isola di Creta: il Crete Fertility Centre (www.fertilitycrete.gr), che si trova nella capitale Candia (o Iraklio), e col quale è possibile scambiare e-mail in italiano, ed
il Mediterranean Fertility Center  (www.fertilitycenter-crete.gr),  nella città di Hania (La Canea in italiano, Chania in inglese), che ha anch' essa  un suo aeroporto e può essere raggiunta dall' Italia via Atene.
  In Grecia occorre autorizzare "formalmente", tramite un notaio, i medici ad effettuare gli interventi, ma è una cosa semplicissima che viene organizzata dagli stessi responsabili dei centri. 

   Nelle maggiori cliniche greche il prezzo della fecondazione in vitro non supera i 3000 €.

 


In Belgio le donne single sono accettate da molte cliniche, come l' AZVUB di Bruxelles (www.brusselsivf.be), la più importante del paese, che però ha liste d' attesa piuttosto lunghe (a volte anche dieci mesi) e prevede "colloqui psicologici".... non penso che ci sia una concreta possibilità di non essere accettate, ma la cosa resta poco simpatica, oltre alle possibili complicazioni pratiche per chi viene da lontano. Per la fecondazione in vitro l' AZVUB segue la prassi di trasferire un solo embrione per le donne fino a 36 anni (anche altre cliniche belghe hanno adottato questa politica); il prezzo è di quasi 4000 €. Per la IUI occorre acquistare un "pacchetto" di tre cicli al prezzo totale di circa 1600 €.

L' Erasme (www.ulb.ac.be/erasme) è un' università francofona di Bruxelles legata alla fiamminga AZVUB, e la sua clinica riceve soprattutto donne francesi, ma ultimamente, di fronte all' aumento delle richieste, sembra voler limitare l' assistenza alle straniere, soprattutto se single; anche all' Erasme c' è per altro il problema dei cosiddetti colloqui psicologici.
Altri centri belgi che accettano le donne single sono il Saint-Pierre-ULB, sempre a Bruxelles (www.fivette.be), e il Lifeleuven di Lovanio, a due passi da Bruxelles (www.lifeleuven.be), anch' esso ben conosciuto. 

 


In Olanda tutti i centri, a quanto pare, accettano le donne single, ma la legge del 2004 che proibisce l' anonimato dei donatori ha portato ad un crollo del numero dei donatori stessi; ci sono quindi difficoltà a trovare sperma di buona qualità, e lunghe liste d' attesa. Lo Stichting Medisch Centrum (www.ivfkliniek.nl) di Leida sembra avere un pò meno problemi di altre cliniche, ma comunque l' attesa non è breve; una stranezza di questa clinica è un protocollo che, salvo casi particolari, prevede l' IVF soltanto dopo un buon numero di inseminazioni non andate a buon fine (fino a sei).

 


In Gran Bretagna molte cliniche, soprattutto a Londra, accettano le donne single, ma anche qui c' è ora una legge contro l' anonimato dei donatori, coi conseguenti problemi; per altro già prima della legge in Gran Bretagna c' erano  pochi donatori e la qualità dello sperma era spesso scarsa. Una soluzione può essere quella di importare sperma dagli Stati Uniti, ma molte cliniche non lo fanno, soprattutto da quando (febbraio 2007) la cosa è illegale senza una specifica licenza di importazione.

   Queste sono delle importanti cliniche londinesi che accettano le donne single:
Lister (www.ivf.org.uk), Bridge (www.thebridgecentre.co.uk),
LFC (www.lfc.org.uk), London Women's Clinic (www.lwclinic.co.uk); quest' ultima clinica sembra avere meno problemi di altre riguardo ai donatori.

   Anche in provincia non mancano cliniche che non fanno discriminazioni, come quelle della CARE (www.carefertilityweb.co.uk, a Manchester, Sheffield e Nottingham), che però hanno lunghe liste d' attesa per lo sperma di donatore.

   In Gran Bretagna i prezzi sono più alti che sul continente: una IUI con sperma di donatore a Londra costa sulle 1200 sterline, oltre al costo degli eventuali farmaci, e in caso di importazione dello sperma si sale; una IVF costa intorno alle 3500 sterline; alla London Women's Clinic c' è la possibilità di pagare in anticipo due cicli di fecondazione in vitro ed effettuarne fino a tre. In Gran Bretagna i prezzi dei farmaci usati per la fecondazione assistita variano molto tra le diverse farmacie, e in alcuni casi sono nettamente più alti di quelli continentali; anche la farmacia interna della clinica Lister non è proprio economica (ma c' è di peggio).


 

Nella Repubblica Ceca una delle cliniche più importanti, la Reprofit di Brno (www.reprofit.cz), accetta le donne single. Qui i costi sono molto più bassi che in Spagna, Grecia, Benelux o Gran Bretagna. La fecondazione in vitro costa poco più di mille euro e non ci sono liste d' attesa; per questa tecnica il protocollo della clinica prevede un soggiorno di circa dieci giorni. Per raggiungere Brno si può volare a Praga o Bratislava e proseguire con un breve viaggio in treno o pullman.

 

In Ungheria la fecondazione assistita sulle single era vietata fino al 2006, poi la legge è cambiata, ma conserva delle ambiguità. Sembra che alcune cliniche accettino le donne sole, ma non ne so molto.  

 

In Russia le donne single sono accettate dalle due cliniche maggiori:

l' Altravita di Mosca (www.altravita.ru) e

l' Avapeter di San Pietroburgo (www.avapeter.com).

In questi due centri la fecondazione in vitro costa circa  2000 €, con percentuali di successo molto buone; l' Avapeter prevede un soggiorno di una settimana, l' Altravita di circa quindici giorni.


Altre cliniche dell' Europa orientale che accettano le donne single sono
il Reproductive Health di Sofia (www.ivf-bg.com),
l' Embrions di Riga (www.embrions.lv),

l' Invimed di Varsavia (www.invimed.pl), che sono i centri più noti dei rispettivi paesi. 
A Varsavia anche la Novum accetta le donne single, ma forse con qualche difficoltà in più; comunque, non mi pare il massimo. 

 


In Irlanda ci sono un paio di centri minori che accettano le donne single, ma le due cliniche maggiori continuano ad avere una politica discriminatoria.

 


In Finlandia le donne single sono accettate da parecchie cliniche, tra cui la Fertinova di Helsinki (www.fertinova.fi). A luglio 2007 é entrata in vigore una legge che proibisce l' anonimato dei donatori, che già prima non erano numerosi.

 

 

In Danimarca dal 1 gennaio 2007  non è più in vigore la legge che proibiva ai medici di praticare la fecondazione assistita sulle donne single; tra le cliniche che le accettano ci sono, a Copenaghen, la Nordica (www.nordica.org) e la Danfert (www.danfert.dk); in quest' ultima clinica le donne sotto i 40 anni possono sottoporsi a IUI stimolata soltanto dopo tre tentativi con ciclo naturale.

   In Danimarca i prezzi sono piuttosto contenuti rispetto ad altri paesi occidentali.

 

 

A Cipro le donne single sono accettate dal  Cyprus Fertility Center (www.cfc.com.cy) e dal Pedieos (www.pedieosivf.com.cy).

 

 


 

 

 

 — potete vedere anche fecondazione-04-05.blogspot.com

 

 

Home